Solin - Gospin otok

Pubblicato in Cultura e arte

Gospin otok sarebbe, secondo alcune fonti, il primo insediamento croato della regione. Nel X secolo, al posto dell'odierna chiesa, la regina croata Jelena fece costruire due chiese: quella della Beata Vergine Maria e quella di Santo Stefano, tra i cui resti è stata trovata la pietra tombale della regina Jelena e del suo sarcofago. Sull'isola c'erano gli olmi, per cui questa chiesa venne chiamata anche Gospa u Bristima (Madonna degli Olmi), e una fonte a ovest della chiesa, la cui acqua non si intorbidava neanche con le più grandi piogge, guadagnandosi così il nome di Gospin bunarić (pozzetto della Madonna).
Queste due chiese di Jelena fanno parte di quelle a doppio uso: nel Medioevo i re venivano sepolti nella chiesa dove erano stati incoronati, così la chiesa Gospa od Otoka (Nostra Signora dell'Isola) era stata probabilmente anche la chiesa dell'incoronazione. Sullo stesso posto fu costruita l' attuale chiesa, dalle dimensioni più o meno uguali, nella quale si celebra la solennità della nascita della Beata Vergine Maria. Nel 1998 Papa Giovanni Paolo II visitò questo santuario e, sull'isola della Madonna, celebrò la messa per i giovani.

HTZ 2021 dig nomadi Central Dalmatia 2560x1440

Turismo di Spalato e Dalmazia
Prilaz braće Kaliterna 10/I, p.p. 430, 21000 Split,
Tel/fax: +385(0)21 490 032,  490 033, 490 036
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

htz it-IT

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok