UNESCO patrimonio culturale intangibile

Pubblicato in UNESCO

La Croazia vanta tredici elementi inseriti nella lista del patrimonio culturale intangibile dell'UNESCO, cinque dei quali si trovano nella provincia di Spalato – Dalmazia:

  • Il pizzo ricavato dalla pianta di agave, parte della cultura del pizzo in Croazia
  • Hvar:"la Processione della Croce"
  • Sinjska Alka
  • Vrlika la danza silenziosa in cerchio
  • Klapa il canto in gruppi vocali.

Il pizzo in agave viene fabbricato in Croazia solo dalle suore del monastero benedettino di Hvar. Questa tecnica, originaria delle isole Canarie (Tenerife) viene usata a Hvar fin dalla metà del XIX° secolo. Il pizzo viene prodotto con filati ottenuti dal centro delle foglie fresche di agave, grazie ad un procedimento meticoloso e specifico. Dopo il trattamento, il filato è bianco, piuttosto sottile, di una particolare resistenza e lunghezza.

La processione della "Via della Croce" è un rito di devozione unico, espressione dell'identità religiosa e culturale degli abitanti dell'isola di che perdura da cinque secoli.
La sera del Giovedì e del Venerdì Santo una processione collega 6 paesi dell'isola: Pitve, Vrisnik Svirče, Vrbanj e Vrboska. Le processioni iniziano simultaneamente da sei chiese parrocchiali, alle 22, condotte da un portatore della Croce (che può pesare fino a 18 kg), in segno di appello o gratitudine, per un voto personale o familiare. Il portatore della croce è seguito da una compagnia scelta, abbigliata in tuniche della confraternita, e da numerosi fedeli e pellegrini.
Si fermano presso le chiese e le cappelle dove sono accolti dai parroci, e la mattina seguente ritornano alle loro chiese parrocchiali. La durata della processione è notevole – più di 8 ore e 25 km.

Sinjska Alka è un torneo di cavalieri, in onore della vittoria contro gli Ottomani del 14 agosto 1715. Da allora l'evento si svolge ogni prima domenica di agosto.
Nella competizione, i "Giostranti dell'anello" (chiamati alkari) cavalcano al galoppo lungo una pista e cercano di colpire con la lancia un anello d'acciaio appeso ad una corda.
Le regolo del torneo promuovono la correttezza ed enfatizzano l'importanza della partecipazione alla vita della comunità. I cavalieri possono essere solamente buoni cittadini di Sinj e Cetinska Krajina, nati localmente da una famiglia proveniente da Cetinska Krajina. Sinjska Alka è l'unico esempio rimanente dei tornei di cavalieri medievali che si tennero regolarmente nelle città costiere della Croazia fino al XIX° secolo.

Vrlika, la danza silenziosa in cerchio, è uno spettacolo dalla modalità unica, che si può svolgere senza accompagnamento musicale o indipendentemente da esso, se è presente (la musica può venire dallo strumento tradizionale chiamato diple, un tipo di cornamusa, o da uno specifico tipo di canto con voce tremula in piccoli cori – rera, ganga, ojkavica).
Soltanto nell'hinterland della Dalmazia la danza viene effettuata in un cerchio che occasionalmente si rompe in coppie, oppure l'intera danza viene fatta da coppie che si muovono in cerchio o ballano liberamente sul palco.

Il canto Klapa (gruppo vocale) è un modo tradizionale di cantare senza l'accompagnamento di strumenti. La tradizione del canto e delle canzoni klapa come li conosciamo oggi si è formata nella metà del XIX° secolo, quando era specifica del profilo culturale e dell'identità musicale delle città della costa Mediterranea e delle isole, specie in Dalmazia. Oggi, il termine viene più comunemente associato a cori organizzati che eseguono il repertorio specifico "a cappella" di canzoni dalmate. Era originariamente un canto "a orecchio", senza un direttore. Il più antico modello di klapa, il coro popolare, era un gruppo informale di cantori usi cantare occasionalmente, principalmente per amore del canto. La tradizione orale e la semplicità dell'espressione musicale sono le caratteristiche principali del modello klapa. Nelle decadi recenti, il canto klapa si è profondamente trasformato ed ha acquistato una grande popolarità fuori dalla sua culla d'origine, la Dalmazia.

Altro in questa categoria: « Siti UNESCO

Turismo di Spalato e Dalmazia
Prilaz braće Kaliterna 10/I, p.p. 430, 21000 Split,
Tel/fax: +385(0)21 490 032,  490 033, 490 036
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

htz it-IT

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok